10 idee per viaggiare low cost

Come diventare dei veri #poracciintour ???

Ecco una lista di idee per viaggiare low cost, risparmiare qualche soldino senza risparmiarsi il piacere di viaggiare.

Quando andare

1-I veri poracci lavorano, non hanno ferie, fanno solo i weekend ed eventualmente i ponti. Dal venerdì sera alla domenica si può comunque vedere tanto Basta essere disposti a muoversi, a sgambettare e ad arrivare in ufficio il lunedì con le occhiaie. Ma con gli occhi pieni di nuove meraviglie. Aiuta anche vivere in una città ben collegata sia con mezzi pubblici che con autostrade. L’ideale sarebbe avere un camper, ma qui passiamo già al livello “piccola borghesia” e perdiamo di vista il nostro tema “poracci” :p

Come spostarsi

2-Valutate le offerte per spostarsi: treno o auto? C’è qualche offerta in corso con Italo o con i Freccia? Tenete conto che con il treno raggiungete un luogo e da lì dovrete poi spostarvi a piedi. E’ quindi ideale per un viaggio in centro città, il classico weekend culturale. Tuttavia i veri poracci posseggono un’automobile a metano (Emily ce l’ha), ma per i viaggi lunghi forse è meglio il diesel (Daniele ce l’ha). Che coppia poracciamente equipaggiata che siamo! L’automobile va bene per raggiungere città non ben servite dai mezzi, o che richiedono troppi cambi o per spostarvi tra la vostra meta principale e i dintorni, per un weekend itinerante.

3-Se viaggiate in aereo valutate l’idea di prendere voli a orari assurdi: i più convenienti partono la mattina presto o la sera tardissimo. Il volo la sera tardi è l’ideale per il ritorno dal weekend, considerate però che spesso l’arrivo è mooolto tardi e che quasi nessuno abita a pochi km da un aeroporto. Memorabile il ritorno da Berlino: arrivati a casa alle 4 del lunedì mattina. Indovinate come stava Daniele al lavoro 4 ore dopo?!

Dove alloggiare

4-Non fermatevi alla prima offerta, spulciate più che potete. Booking.com può essere un buon punto di partenza ma non dimenticate di consultare anche il sito diretto dell’hotel. Se non avete paura di provare cose nuove provate anche Airbnb, spesso ci sono case bellissime a un prezzo quasi ridicolo. Non fate come noi che litighiamo sempre al momento di prenotare. Finiamo così per scegliere il primo che capita giusto per dire “ok, abbiamo fatto”. Poi magari è un posto che non fa proprio per noi…

Dove mangiare

5-A pranzo non fermatevi a perdere troppo tempo in un ristorante. Un panino al volo in un bar, un piatto pronto al supermercato (nel nostro cuore è restato il 7-eleven e tutti i bento che ci hanno riscaldato). Si può mangiare bene anche senza fermarsi troppo, come quella volta in Toscana che ci siamo presi la piadina con dei salumi locali fenomenali: rapido, delizioso e a km 0.

6-Per la cena scegliete i menu completi che di solito costano meno. Non vi diremo di andare nelle bettole dove si spende poco, vi diremo anzi di andare nei locali che vi sembrano più caserecci, quelli “di una volta”. Il genere osteria nei vicoletti è l’ideale. Di solito si concentra lì il cibo migliore, quello della tradizione, e sono anche i posti dove il rapporto qualità prezzo è spesso buono. Consultate sempre il vostro amico Tripadvisor ma seguite anche l’istinto. E fermatevi a guardare sempre i prezzi fuori, non fate come Emily che si impunta e “si si, andiamo qui!” e poi ci sparano cifre folli per 3 pennette

Non rinunciate al piacere dello shopping!

7-Shopping si, ma di qualità. Volete un ricordino della vostra gita? Non fermatevi ai soliti negozi turistici che vendono le stesse cose in tutto il mondo cambiando solo l’immagine. Cercate qualcosa di locale, qualcosa di raro e particolare, prendete un ricordino in meno ma che sia speciale. Noi siamo molto a favore dei souvenir gastronomici, in Italia con quelli si va 100% sul sicuro. Permettono di risparmiare sulla spesa al ritorno e di fare una cena che ci riporti coi sapori in vacanza. Comunque ammettiamo di predicare bene e razzolare male: in ogni luogo in cui andiamo compriamo il classico bicchierino da turista con stampati i monumenti principali.

La valigia

8-Portatevi via i campionicini. Sì, quelli che vi danno sempre in profumeria, di cui vi riempite i cassetti e non sapete quando e come utilizzarli. La vacanza è il momento giusto: occupano pochissimo spazio e non dovrete comprarvi flaconi interi di shampoo, balsamo e lozioni solari.

Cosa visitare?

9-Informatevi sulle entrate gratis per i musei e monumenti principali. La prima domenica del mese? Le giornate del FAI? Benissimo, come weekend per spostarvi scegliete proprio quei giorni. Se invece siete fortunati da aver abbastanza tempo per un fine settimana all’estero, ricordate che in numerosi Stati i musei sono gratis sempre. Che invidia!

10-Seguite il blog dei #poracciintour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.