Cosa vedere a Marostica

Siamo pronti per fare un giro in provincia di Vicenza? Oggi vi portiamo a scoprire cosa vedere a Marostica, un piccolo borgo famoso per avere una scacchiera al centro della sua piazza principale. E questa scacchiera è tutt’oggi utilizzata per una partita di scacchi viventi! Ma in che senso? Continua a leggere per scoprirlo!

COSA VEDERE A MAROSTICA IN UN GIORNO

Un tour di Marostica non può che iniziare dalla piazza principale e dalla famosa scacchiera che conferisce alla città il nome di “città degli scacchi”.
In un giorno si può girare tranquillamente tutta la cittadina, salendo addirittura lungo le mura che costeggiano la collina per godere del panorama dall’alto.
Vi consigliamo anche di fermarvi a sorseggiare un aperitivo nella piazza principale e poi cercare il ristorante più adatto ai vostri gusti, ma sappiate che il prodotto tipico della zona è la famosa ciliegia di Marostica.
Il periodo migliore per visitarla è quindi maggio-giugno!

MAROSTICA

La storia della città di Marostica segue le vicende dell’area veneta passando nel corso dei secoli sotto varie dominazioni (romani, ostrogoti, bizantini, longobardi, repubblica di Venezia, Francia, Austria, Francia, Austria – ripetizione voluta) fino all’ingresso nel Regno d’Italia a partire dal 1866. Il Veneto infatti entrò nel Regno d’Italia tra le ultime regioni, dopo la III Guerra d’Indipendenza.
La città di Marostica si riconosce a distanza, grazie alla sua collina su cui si inerpicano le mura scaligere, dove si può salire per scorgere in lontananza l’altopiano di Asiago.
Sulla piazza, opposto al castello, si trova il palazzo del Doglione. Una volta era la sede dove si raccoglievano i dazi dei mercanti di passaggio, oggi è la sede di una banca.
Il castello di Marostica è diviso in due: castello superiore e inferiore.
Quello superiore è quello che si trova sulla collina, raggiungibile percorrendo le scalinate della cinta muraria. Il castello inferiore si trova nella piazza degli scacchi ed è da qui che consigliamo di iniziare la visita, per avventurarsi nella storia.

IL CASTELLO

Il castello scaligero è uno dei must tra le cose da vedere a Marostica! La sua struttura ricorda altri castelli scaligeri presenti nell’area compresa tra Verona e Vicenza, come il castello di Soave, borgo noto per la produzione dell’omonimo vino.
Fu fatto edificare nel XIV secolo e nel corso del tempo le sue funzioni erano principalmente commerciali ma non difensive, come l’imponente cinta muraria potrebbe far pensare.
Appena si entra ci si trova nella corte d’armi da cui una scala permette di accedere al piano superiore. Qui il mastio, alto 34m, è il protagonista della scena e con la sua imponenza mette un po’ di soggezione. D’altronde fino a quasi 100 anni fa veniva utilizzato come carcere.
All’interno vanno assolutamente visitate la sala del Consiglio con i suoi affreschi trecenteschi e la sala del Camino, dove poter avere un assaggio di com’era la vita nel castello in epoca veneziana e successivamente palladiana.
Vale la pena poi salire fino al cammino di ronda per godere del panorama sulla cittadina.
Infine scendendo si incontra la sala della partita a scacchi, oggi adibita a museo di questa importante rievocazione storica.

GLI SCACCHI VIVENTI

Ma veniamo ora alla tradizione per cui Marostica è famosa nel mondo: la sua tradizionale partita degli scacchi viventi.
Leggenda narra che nel 1454 due baldi giovani, Rinaldo d’Angarano e Vieri da Vallonara, fossero entrambi innamorati della bella Lionora, figlia del Castellano di Marostica. Il Castellano decise di concedere la mano di Lionora a chi avesse vinto una partita a scacchi. La partita si svolse nella piazza principale e ancora oggi circa 600 figuranti in costume rievocano la partita a scacchi.
Tra re e regine, cavalli e pedoni, torri e alfieri, non ci si risparmia una mossa. Allo sconfitto comunque non andò malissimo: prese in sposa Oldrada, la sorella minore di Lionora.

Assistere alla rievocazione non è particolarmente economico ma sicuramente suggestivo: i prezzi dei biglietti variano dagli 80 ai 40€, dipende dal posto a sedere e dallo spettacolo a cui volete assistere.
L’evento si svolge tradizionalmente il secondo fine settimana di settembre degli anni pari, ovviamente con il covid la pianificazione è stata eccezionalmente rivista. Ci auguriamo che dal 2022 tutto torni alla normalità!

DOVE MANGIARE

I principali ristoranti e bar di Marostica si affacciano sulla centralissima piazza degli scacchi.
L’osteria Madonnetta offre piatti tipici della tradizione tra cui bigoli, trippe, polenta, coniglio e l’immancabile baccalà alla vicentina.
Per un pasto più rapido e leggero vi consigliamo il PiBi Cafè dove gustare specialità locali. Essendo stagione di ciliegie abbiamo mangiato un hamburger con pane alle ciliegie e una fresca birra sempre al gusto di ciliegie.

IL CONSIGLIO DI LUI

Non fatevi spaventare dai 7 piani per salire all’interno del mastio. A ogni piano scoprirete nuove informazioni sul castello, tra storia e leggende sarà interessante!

IL CONSIGLIO DI LEI

Non fate i pigri come abbiamo fatto noi dando la colpa ai 33 gradi: salite anche al castello superiore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.