Cosa si mangia in Polonia?

Per concludere il nostro viaggio in Polonia partiamo con quello che in tanti (non è vero ma fa figo scriverlo!) ci avete chiesto: cosa si mangia in Polonia?
Ecco qui una carrellata dei principali piatti polacchi.
Ora fermatevi, prendetevi uno snack e mangiate qualcosa prima di proseguire con la lettura. Altrimenti il rischio di avere una fame blu alla fine dell’articolo è dietro l’angolo!

PIEROGI

Non si può iniziare un articolo su cosa si mangia in Polonia senza inserire il piatto polacco per eccellenza: i pierogi. I pierogi sono dei grandi ravioli a forma di mezzaluna che tradizionalmente sono bolliti ma li trovate anche fatti al forno o, più raramente, fritti. Il ripieno tradizionale è con formaggio fresco e patate (pierogi ruskie). Ma li potete trovare ripieni di qualsiasi cosa e in diverse combinazioni: macinato, funghi, bacon, salsiccia, verdure. E per concludere il pasto potete trovare anche i pierogi dolci con mele, mirtilli o marmellata.
Questi ravioloni ripieni sono tradizionali polacchi ma li trovate anche in molte altre cucine dell’est Europa. D’altronde se dobbiamo pensare a qualcosa che accomuna molte culture ci vengono subito in mente le paste ripiene, che siano gyoza in Giappone o pierogi in Polonia o tortellini in Italia, la pasta ripiena vince sempre!

Pierogi
Pierogi

BIGOS

Ok, i pierogi li conosciamo tutti, ma oltre a quelli cosa si mangia in Polonia? Stufati, tanti stufati, tanta carne e tanti crauti. Pensate che a noi non piacevano nemmeno i crauti prima di questa vacanza, ma alla fine ci siamo convertiti e ne abbiamo mangiati una vagonata!
Il bigos è un piatto polacco a base di carne, salsiccia e crauti fatti stufare per ore e ore. Un piatto di umili origini ma dal buon sapore e molto nutriente. I piatti locali spesso raccontano molto sulla storia e le tradizioni del luogo.

Bigos
Bigos

ZUREK

La tradizionale zuppa polacca. In Polonia abbiamo notato che i piatti che richiedono molto tempo per la cottura (stufati e zuppe) vanno per la maggiore. La zuppa zurek, come il bigos, è un piatto di origine povera ma molto sostanzioso. Contiene infatti carne, cipolla, funghi, salsiccia. Nel brodo di carne o vegetale viene inserita anche una mistura di farina di segale e acqua, che conferisce al brodo un colore più torbido e un aroma di cereale che ci sta bene. Questa zuppa è consigliatissima nelle fredde sere polacche per scaldarsi.

Zurek
Zurek

PLACKI ZIEMNIACZANE

Cosa si mangia in Polonia, quali alimenti vanno per la maggiore? Abbiamo visto che carne e crauti sono una costante, ma non dimentichiamoci delle patate! Anche queste le trovate in tutte le salse (forse un po’ meno rispetto alla Germania, ma anche in Polonia sono molto diffuse).
Un piatto tipico che troverete spessissimo si chiama placki ziemniaczane e sono delle frittelle di patate, spesso servite con panna acida o salsa ai funghi. Anche i funghi sono una costante della cucina polacca! D’altronde il territorio è ricco di foreste e il clima perfetto per la crescita dei funghi.

Placki Ziemniaczane
Placki Ziemniaczane

ZAPIEKANKI

E per uno snack per strada cosa si può mangiare in Polonia? Zapiekanki, ideale per una pausa pranzo rapida ma sostanziosa. Come vedete “sostanzioso” è un aggettivo che si ripete spesso nella cucina polacca!
La (o il?) Zapiekanki è un piatto che unisce due street food europei, una combo di Italia e Francia: si tratta di una mezza baguette farcita come una pizza. Solitamente sopra trovate pomodoro e formaggio (possono dire ciò che vogliono ma quella che abbiamo mangiato noi non era mozzarella…), ma si possono aggiungere anche funghi o ciò che vi piace. Solitamente viene aggiunta anche una salsa per rendere tutto meno italiano! Ma nel complesso è un piatto piacevole per un pit stop all’autogrill.

DOLCI

La cucina polacca è molto più ricca di cibi salati che dolci, ma qualcosa per concludere con dolcezza il vostro pasto sicuramente lo trovate!
Un dolce sicuramente diffuso e che troverete ovunque sono i già citati pierogi dolci. Li trovate ripieni di mele, marmellata, mirtilli, fragole…a volte sono pure serviti con un ciuffetto di panna montata per rendere il dolce più goloso.
Per placare un leggero languorino a metà pomeriggio vi consigliamo i paczy, una specie di krapfen gigante ripieno di tutto ciò che desiderate: lo trovate con la cioccolata, la crema, il pistacchio, la nocciola, marmellate di ogni gusto…Ma la nostra versione preferita è stato il paczy alla rosa, molto delicato e semplicemente delizioso.
Un altro dolce di cui i polacchi sono molto fieri è il gelato. Andate in qualsiasi città polacca e troverete “lody” (gelato) scritto ovunque! In realtà spesso si tratta un soft ice cream, quello fatto dalle macchinette e che ricorda il cornetto soft, non so se avete presente. Niente a che vedere con il nostro gelato artigianale, non consigliato dai poracci in tour.

E DA BERE?

Per una fresca pausa la birra è ciò che in Polonia va per la maggiore. Dimenticatevi la birra piccola: qui esiste solo la media ma al prezzo di una piccola (e spesso molto meno!). La “piwo” è quasi sempre una bionda filtrata, la classica birretta. Solo in alcune birrerie (tipo questa che vi consigliamo a Varsavia) troverete molta scelta di birre di vario tipo, altrimenti nei locali la scelta è spesso limitata ai marchi più famosi. La Zywiec è sicuramente la più diffusa, seguita dalla Tyskie e dalla Lech.
Per concludere un pasto polacco, che spesso è molto sostanzioso, non si può rinunciare a un bicchierino di wodka! La nostra preferita è stata la cytrynowka, ossia la wodka aromatizzata al limone. Ma fidatevi che la troverete di ogni gusto.
A Danzica invece non dimenticate di concludere il pasto con la Goldenwasser, un liquore con scaglie d’oro!

Cosa si mangia in Polonia?

IL CONSIGLIO DI LEI

Non saprei dirvi se c’è più varietà di pierogi o di wodka. La cosa bella è che potrete mangiare sempre lo stesso piatto (i pierogi) ma sempre diverso (assaggiateli anche con i funghi: buonissimi!)

IL CONSIGLIO DI LUI

I polacchi sono al secondo posto al mondo per il consumo di wodka pro capite (dopo i russi, of course!). Limitatevi a un bicchierino dopo pasto, è più che sufficiente anche per due veneti allenati come noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.